La prossima utopia? Fare una corsa contro il tempo per costruire una nuova immagine di comunità.

DAL 19 AL
21 GIUGNO

ONLINE SU
SLACK

5 TRACK
DA AFFRONTARE

L’emergenza Covid-19 ci costringe a innescare nuovi processi creativi per costruire una nuova immagine di comunità.
Solo l’intelligenza collettiva è in grado di sviluppare una strategia creativa in tempi record.

Bisogna farlo adesso, insieme, con una jam.
Una maratona digitale di 3 giorni per ridisegnare le geometrie dei parchi culturali.

LA NOSTRA SFIDA

Come possiamo ripensare i parchi culturali nel rispetto delle misure post-covid19, rafforzando il senso di comunità, l’attenzione alla sostenibilità e le opportunità di sperimentazione creativa?

IL NOSTRO OBIETTIVO

L’obiettivo è la progettazione collaborativa di un modello replicabile open source di parco culturale per la comunità che sia al contempo accessibile e sicuro. La nostra idea di parco culturale consiste in uno spazio all’aperto multiforme: un microcosmo eco-friendly che risponda a tutte le esigenze della comunità. Un parco culturale è un luogo aperto che non offre servizi ma esperienze, è uno spazio che schiude in sé altri spazi: un’area dedicata agli spettacoli, un orto urbano , una zona solarium, una palestra per allenarsi a corpo libero, diversi giochi urbani, un’area dedicata ai più piccoli e una serie infinita di sdraio e amache dove passare gli assolati pomeriggi .

 

Sarai un saggio, un consigliere, un esperto, un illuminato. Metterai a disposizione le tue conoscenze e dispenserai consigli e suggerimenti ai team di Jammer su specifiche aree del sapere.

SCARICA LO STARTER KIT

Sarai uno spirito guida, colui che con passione accompagnerà, motiverà e consiglierà i gruppi di Jammer, fianco a fianco durante tutto l’evento. Uno per gruppo, più gruppi per uno.

SCARICA LO STARTER KIT

Sarai un discepolo, un progettista, il cuore pulsante e creativo dell’evento. Rappresenterai l’intelligenza e la praticità collettiva, lavorerai sodo ed è proprio da te che dipenderà la Jam.

SCARICA LO STARTER KIT

TRACK MOVIMENTI

Come potremmo incontrarci, muoverci e sostare in un parco culturale aperto?

Superare il classico concetto di accessibilità e muoversi in direzione dell’universal design. Ampliare l’idea di fruizione degli spazi per renderli accessibili a tutti. L’inclusione che va al di là degli stereotipi. I team che rispondono a questa track lavoreranno sullo spazio e sui comportamenti delle persone con diverse età ed abilità. Come possiamo regolare le entrate e le uscite? Come possiamo disegnare percorsi creativi per spostarsi nello spazio? Come possiamo trasformare la distanza in un gioco?

 

TRACK EVENTI

Come potremmo organizzare un evento culturale oggi?

Non costruiamo gabbie, ma spazi di libertà. Come si organizza una festa oggi? Situare utopie vuol dire innanzitutto immaginare insieme nuovi spazi dedicati alla produzione del piacere. I team che rispondono a questa track immagineranno nuove forme per l’intrattenimento ridisegnandone spazi, oggetti e strumenti digitali. Come reinventare i luoghi dedicati agli spettacoli, ai concerti e a tutto il mondo che li circonda? Come continuare a giocare insieme? Come vivere performance artistiche e musicali?

TRACK COMUNITÀ

Come potremmo preservare il senso di comunità e incoraggiare le interazioni sociali?

Superare il concetto di distanziamento sociale in favore di una distanza soltanto fisica. Inventare una nuova gestualità e nuovi movimenti tali da mantenere saldo il tessuto sociale. Non possiamo rinunciare allo stare insieme, abbiamo bisogno solo di un modo sicuro per farlo. I team che rispondono a questa track lavoreranno su spazi, oggetti e strumenti digitali che suggeriscano nuovi modi di stare insieme. L’obiettivo è incoraggiare le interazioni e superare la diffidenza verso il prossimo. Bisognerà immaginare performance, spazi e soluzioni creative, attività sportive, connessioni casuali e nuovi atti di solidarietà.

TRACK CIRCOLARITÀ

Come potremmo conciliare il modello di vita zero waste con le nuove misure di igiene?

La nascente ossessione per l’igiene riporta al centro della discussione ecologista le pratiche usa-e-getta. Immaginiamo nuovi scenari per far sì che la sterilizzazione di tutto non ci renda aridi e che non si traduca in una rivincita del consumismo. I team che rispondono a questa track immagineranno nuove strategie per porre l’accento sulle buone pratiche contro ogni forma di spreco. La fonte di energia di un parco culturale non può che essere circolare. Come immaginare o riadattare sistemi facili da replicare che pongano al centro di tutto l’ecosostenibilità?

TRACK EDUCAZIONE

Come potremmo ripensare le esperienze formative non convenzionali, gli spazi di riflessione e di immaginazione?

Apprendere, scoprire ed immaginare sono attività che facciamo fatica a concepire in uno stato di isolamento, lontano dai luoghi in cui le persone possono incontrarsi e le idee circolare. L’apprendimento è il frutto di relazioni, scambi e contaminazioni. Inventiamo allora un nuovo spazio e nuovi strumenti attraverso cui poter esprimere  le capacità relazionali e comunicative necessarie alla costruzione della conoscenza.I team che rispondono a questa track immagineranno spazi per l’apprendimento e la discussione per adulti e bambini, sistemi per imparare da soli e con gli altri, modi per scambiare la conoscenza in maniera semplice e sicura.

I VINCITORI

Le 3 proposte vincitrici saranno alla base dei progetti esecutivi dei futuri parchi culturali. La prima sperimentazione si terrà da luglio al Pessoa Luna Park.

Sidera’s Garden è un prodotto geometrico modulare basato sull’ellisse che si presta ad essere adattabile a diverse esigenze di spazio e di funzione.

Back to Basic è un modello che guida la mobilità all’interno di un parco culturale. Il DIY-kit contiene gli elementi base del percorso modulare.

Un labirinto fisico fatto di materiali di recupero, un percorso enigmatico per un’esperienza interattiva.

PREMI

Le 3 proposte vincitrici hanno diritto a tre fantastici premi: la residenza di progettista al Pessoa Luna Park, la partecipazione alla web-serie Utopie Situate e una pubblicazione editoriale.

Residenza di progettista

Una settimana ospitati da Pessoa Luna Park per sviluppare e accelerare il prototipo del progetto in loco (max 2 persone per gruppo).

WEB SERIE "UTOPIE SITUATE"

Presentazione del progetto nella miniserie web “Utopie Situate” sotto forma di bozzetto illustrato da un graphic designer.

PUBBLICAZIONE EDITORIALE

I progetti migliori verranno inseriti all’interno di una pubblicazione di Edizioni Tlon dedicata alle esperienze di Design Jam italiane.

Gli Oracoli

La jam sarà guidata dagli oracoli, esperti nei settori dell’informatica, dell’architettura, della rigenerazione urbana su base culturale e dell’arte contemporanea.

Maurizio Carta

Professore Ordinario Urbanistica

Università degli Studi di Palermo

Alessandra Marasco

Ricercatrice

Consiglio Nazionale delle Ricerche

Claudio Gubitosi

Direttore artistico

Giffoni Film Festival

andrea colamedici

Filosofo, editore e scrittore

Progetto Tlon

maura gancitano

Filosofa, scrittrice e editrice

Progetto Tlon

andrea bartoli

Co-founder e Notaio

Farm Cultural Park

Florinda Saieva

Co-founder e Manager Culturale

Farm Cultural Park

Mimì Coviello

co-founder

Architecture of Shame

Carlo roccafiorita

founder

Periferica

renato quaglia

Direttore generale e project manager

FOQUS - Fondazione Quartieri Spagnoli di Napoli

Cristina Amenta

Co-founder e accessibility manager

Architecture of Shame

Erminia Attaianese

Docente di Tecnologia dell'architettura

Università degli Studi di Napoli Federico II

maria venditti

Sociologa, Attivista e Cyborg

Università degli Studi di Napoli

Antonio Salerno

Avvocato amministrativista

Libero Professionista

Francesca Battistoni

Co-founder

Social Seed

Giulia Sateriale

Co-founder

Social Seed

Guido Lavorgna

Founder

Convento Meridiano

Fabio Ciaravella

Artista, Architetto & co-founder

Architecture of Shame

linda di pietro

Manager culturale e co-fondatrice comitato costituente

Lo Stato dei Luoghi

FRANCESCA NICOLAIS

CO-FOUNDER

Riot Studio

ALFONSO AMENDOLA

PROFESSORE ASSOCIATO DI SOCIOLOGIA DELL'IMMAGINARIO

Università degli Studi di Salerno

ILARIA VITELLIO

URBAN PLANNER & CIVIC HACKER

CEO di MappiNa e CityOpenSource

ALICE CASIRAGHI

CO-FOUNDER AND DESIGN STRATEGIST

Future Urban Living

ALEX GIORDANO

DOCENTE DI MARKETING E TRASFORMAZIONE DIGITALE 4.0

Università Federico II di Napoli e Societing 4.0

ELISA BRUNI

UX / UI DESIGNER

Sopra Steria

VINCENZO CAPASSO

PRESIDENTE

Let's do It! Italy

STEFANO DAELLI

DIRETTORE CREATIVO E DELLA STRATEGIA

Futureberry

MASSIMILIANO VENTIMIGLIA

CEO & FOUNDER

Onde Alte

ROBERTA FRANCESCHINELLI

RESPONSABILE AREA CULTURALE E COMUNICAZIONE WEB

Fondazione Unipolis, Bologna

AGOSTINO RIITANO

MANAGER CULTURALE, AUTORE E DOCENTE

Comitato Promotore UNESCO - Procida 2022 Capitale Italiana della Cultura

LEONARDO PERRONACE

FITOPATOLOGO E FOUNDER

Fagus Lab

VANIA CAUZILLO

REGISTA TEATRALE E PRESIDENTE

L'Albero

SPONSOR

PARTNER

Un progetto ideato e prodotto da

organizzato e co-progettato con